Banner Top

In tutto il mondo il 16 giugno si festeggia la Giornata Mondiale della Giocoleria

Ovunque vi troviate nel mondo, la IJA International Jugglers’ Association vi aspetta per celebrare la Giornata mondiale della Giocoleria.

Vi state chiedendo cosa sia la IJA? Ve lo diciamo noi. E’ l’associazione internazionale di giocolieri creata nel 1947 ed è diventata una risorsa primaria per i giocolieri di tutto il mondo. E’ un’organizzazione senza scopo di lucro con la missione di prestare assistenza ai compagni giocolieri.

Estendendo il tema in questione, troviamo i “Quat props, ovvero attrezzi prodotti artigianalmente in grado di rallentare il passaggio attraverso lo spazio di un oggetto e che favoriscono l’apprendimento della giocoleria anche e soprattutto per persone con disabilità.

Gli oggetti vengono proposti e collaudati non solo nella scuola di circo del loro inventore Craig Michael Quat nel New Jersey, Stati Uniti, ma anche nelle case di riposo per anziani, nei centri che ospitano persone diversamente abili, fra ragazzi e bambini con serie difficoltà di apprendimento e nei programmi educativi per gli autistici.

Questi attrezzi rendono la giocoleria più facile e divertente, sono adattissimi per bambini, ragazzi e persone di ogni età che desiderano avvicinarsi a questa disciplina. Sono particolarmente utili per migliorare e semplificare il lavoro di educatori e istruttori che vogliono aprirsi a possibilità di insegnamento innovative, sia nel circo sia in ambito sociale ed educativo.

La giocoleria terapeutica

Alcuni studi di settore hanno confermato che la giocoleria è un mezzo potente e serve per sviluppare le potenzialità mentali e aumentare velocità e forza a livello cerebrale, consentendo di elaborare informazioni in modo più profondo e veloce. L’ideatore ha quindi messo a disposizione l’insegnamento della tecnica nei “juggling club” (club di giocoleria) a ragazzi di ogni estrazione.

Già negli anni dell’adolescenza aveva avviato progetti di beneficenza con bambini malati terminali fino a dar vita a un programma di circo per minorenni disadattati, ragazzi che hanno commesso crimini o con modalità di relazione violente. Con la giocoleria e gli scacchi ha ottenuto risultati entusiasmanti, oltre a constatare l’impatto positivo sugli adolescenti. È nata così l’idea di un circo sociale, già diffusa in altre parti del mondo.

Frutto di uno studio approfondito del movimento nello spazio e nel tempo, sono serviti diversi anni per perfezionare i Quat propsJuggle board e altri oggetti incentivano la focalizzazione, la connessione e il ritmo nell’azione, costringendo il cervello a importanti collegamenti fra l’emisfero sinistro e destro, fondamentali per avere buone capacità di concentrazione e apprendimento.

 

da lifegate.it

 

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole

Sostenitori Il Sole e le Nuvole Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Sostenitori Il Sole e le Nuvole
Scroll Up